Ciclismo, Nibali prova a vincere i mondiali su strada a Innsbruck

Vincenzo Nibali non parte certo con il favore dei pronostici per la vittoria dei Campionati Mondali Elite di ciclismo ad Innsbruck.

Reduce dal grave infortunio al Tour de France, sulla salita dell'Alp d'Huez, dove per una caduta si fratturò una vertebra, il campione messinese  fu subito operato, si è rimesso sul sellino in tempi record partecipando alla Vuelta in Spagna, alla ricerca della forma perduta, per partecipare in condizioni fisiche valide per tentare di vincere il titolo iridato.

E' stato convocato dal c.t. Davide Cassani in nazionale e correrà come capitano della squadra azzurra. Tra i rivali, i più temibili sono gli spagnoli, guidati da Valverde, e i francesi capitanati da Alaphilippe.

“Non sto male, ma corro al buio. Un po’ verso l’ignoto”, ha dichiarato Nibali alla vigilia del ritiro.

Il tracciato del percorso però è tale da esaltare le sue capacità: con 5000 metri di dislivello distribuiti su 260 km, il circuito con salita di 8 km da ripetere sette volte e lo strappo finale con pendenze fino al 25% e siccome lo Squalo dello Stretto è pur sempre un campione che per classe, tenacia, coraggio e fantasia non è inferiore a nessuno, potrebbe stupire con una gara eccezionale, e laurearsi campione del mondo, unico titolo che manca al suo ricco palmares.

 

 

29/09/2018 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2020 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati