Barcellona, passi avanti nella vertenza per la stabilizzazione dei lavoratori Asu del Comune

Si è tenuto giovedi l’incontro tra l’Amministrazione comunale di Barcellona Pozzo di Gotto e la delegazione trattante (la Cisl Fp di Messina era rappresentata da Giovanni Coledi) nel corso del quale si è discussa l’acquisizione dei pareri delle Organizzazioni sindacali In merito alla proposta di modifica delle delibere della dotazione organica e della necessità di elevare la quota percentuale del personale part-time dal 25 al 50% rispetto al personale a tempo indeterminato.
Tali pareri risultano necessari affinché l’Amministrazione possa deliberare con urgenza la modifica della dotazione organica con l’individuazione dei necessari posti part-time (cat A e B) per 46 lavoratori Asu in forza da oltre un ventennio al Comune di Barcellona Pozzo di Gotto.
«Per raggiungere questo importante traguardo, oltre all’ottenimento del contributo quinquennale erogato dalla Regione Siciliana, - sottolinea la Cisl Fp di Messina - occorre che tutti gli atti necessari siano predisposti dall’Amministrazione e dagli uffici incaricati ed inoltrati alla Commissione presso il Ministero degli Interni che esprimerà il proprio parere nella seduta del 16 febbraio 2020».
La Funzione Pubblica di Messina seguirà con impegno l’evolversi della procedura «convinta che esistano i presupposti per la definitiva approvazione, da definirsi opportunamente entro il 31 marzo 2020 poiché esistono gli strumenti finanziari compatibili».
Si è convenuto anche di aggiornare un tavolo di confronto che possa definire un percorso di progressione verticale per il personale a tempo indeterminato in linea con il decreto Madia utilizzando le cessazioni del personale già programmate nel corso dell’anno 2020 per 15la

31/01/2020 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2020 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati