Rientro dei fuori-sede dal Nord: il sindaco Orlando chiede di controllare treni a Villa San Giovanni

Vista l'ondata di ritorno verso le regioni meridionali di origine di lavoratori e studenti fuori-sede domiciliati nel Nord, dove dilaga il contagio del coronavirus, il sindaco di Palermo Leuluca Orlano, in qualità anche di presidente di ANCI Sicilia, ha dichiarato: 'Centinaia di persone, dimostrando spesso di non aver compreso la gravità della situazione, si stanno spostando dalle regioni del nord verso il sud.

Al di là degli aspetti penali, si tratta di un comportamento comprensibile ma irresponsabile, che non serve a tutelare né la propria salute né quella dei propri cari. Anzi che mette a rischio la salute di tutti.
Occorre evitare in tutti i modi i contatti ravvicinati (e sui treni questo è praticamente impossibile) ed occorre che queste persone vengano in qualche modo controllate prima ancora del loro arrivo in Sicilia.
Per questo ritengo indispensabile che sia affidato all'USMAF l'incarico di effettuare dei controlli a Villa San Giovanni, prima ancora che i treni e i passeggeri vengano imbarcati, essendo poi di fatto complicatissimo fare controlli dopo l'arrivo in Sicilia per la miriade di stazioni ferroviarie potenzialmente interessate.'
 
Intanto il primo cittadino di Palermo si è sottoposto al tampone oro-faringeo sul Covid-19 e gli esami hanno dato esito negativo.

'Non viene meno ovviamente - dichiara il Sindaco - la necessità di proseguire per tutti, a tutela di tutti, il massimo di isolamento a casa propria, lavorando da casa, continuando a gestire l'amministrazione in collaborazione e sinergia con tutte le istituzioni e gli enti che sono impegnati in queste ore in uno sforzo straordinario.'
 
 

14/03/2020 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2020 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati