Palermo, mostra storica documentaria sulla peste del 1624

L’11 ottobre 2020, Biblioteche e Archivi aprono al pubblico per “Domenica di carta”, iniziativa promossa dal Ministero per i Beni e le Attività culturali. Un appuntamento annuale che si rinnova per scoprire il sapere tratto da libri, documenti, fotografie, stampe e disegni.

La giornata permetterà al pubblico dei fruitori di conoscere anche i luoghi storici della memoria ed il patrimonio in essi contenuto.
L’Archivio storico comunale di Palermo partecipa all’iniziativa con l’esposizione di documenti originali, come quelli relativi alla terribile epidemia di peste che colpì la città nel 1624 e che, come vuole la devozione popolare, fu debellata grazie all’intervento di Santa Rosalia.
Si tratta di carte della Municipalità cittadina, quali “Consigli Civici”, “Atti del Senato”, “Bandi”, “Cerimoniali”, “Proviste”, dalle quali emerge come il Senato di Palermo, in quell’annus horribilis, eserciti
la funzione che gli compete quale massimo organo di governo della città, mostrandosi sollecito del bene pubblico e attivo nel promuovere provvedimenti atti a fronteggiare l’emergenza.

L’idea di allestire una mostra documentaria legata proprio a quel periodo storico è particolarmente significativa se pensiamo alle analogie, al di là del differente contesto storico, tra l’emergenza attuale e quella che viene fuori dai documenti dell’epoca.
Nel 1624 ci sono in città case “barrigiate”, cioè chiuse con barre e sorvegliate a vista da sentinelle armate per impedire che gli ammalati possano uscirne o qualcuno possa andarli a trovare.
La città è una grande prigione: severissimi sono i controlli per chi esce ed entra dal “bollettino”(una sorta di pass dell’epoca) al segnale della “tovaglia traversata nel petto”.
Ingenti sono le somme che il Senato spende per le misure sanitarie, tanto da dover ricorrere ad un prestito dalla “Tavola” di Palermo.
Ma finalmente una luce nel buio appare quando vengono ritrovate, sul Monte Pellegrino, le ossa della Santa.
Dunque, i documenti prescelti per l’esposizione permetteranno al visitatore di seguire il percorso ideale che, da un evento estremamente traumatico per la città quale la peste, arriva fino al “miracolo” e alla salvezza, insieme fisica e spirituale.
E la salvezza, oggi come allora, ha un volto, quello di Santa Rosalia.

Domenica 11 ottobre l’Archivio storico sarà aperto dalle 10.00 alle 18.00. Ingresso libero alla mostra.

bibliotechearchiviospazietno@comune.palermo.it
Facebook: Palermo Città che Legge
#domenicadicarta #archiviostoricodipalermo

08/10/2020 20:00:00 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2020 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati