Musica lirica, assegnato al musicologo Sandro Cappelletto il Premio Paisiello

In pieno corso di svolgimento il Giovanni Paisiello Festival, giunto alla sua XVIII edizione grazie alla grande passione dell'associazione organizzatrice, gli 'Amici della Musica di Taranto 'Arcangelo Speranza' che ne cura l'organizzazione.  Questa manifestazione con concerti, recital teatrali, opere liriche, conferenze, presentazioni letterarie vuole rendere attuale la figura del grande compositore tarantino. 

Un evento tra i più attesi del festival è la cerimonia di assegnazione del Premio Paisiello che la direzione artistica assegna ad una personalità o istituzione impegnata a valorizzare e riscoprire il patrimonio musicale del musicista pugliese.  Il riconoscimento è stato assegnato al musicologo e giornalista Sandro Cappelletto.

L’annuncio e la consegna del riconoscimento nell’ambito della diciottesima edizione del Giovanni Paisiello Festival sono avvenuti al Teatro Comunale Fusco di Taranto al termine della conferenza concerto 'Mozart 1770', venerdi 2 ottobre, dove lo stesso Cappelletto è stato protagonista in veste di voce narrante, accanto al soprano Valeria La Grotta, accompagnata al fortepiano da Selim Mahrez, che ha suonato un Schiedermayer di Stuttgart del 1809.  

A consegnare il premio, trofeo manufatto in terra cotta che per questa edizione è stato ridisegnato dall'artista Valentina De Florio, Lorenzo Mattei, direttore artistico del festival, e Paolo Ruta, presidente degli Amici della Musica Arcangelo Speranza, l'eletto sodalizio benemerito nel promuovere la cultura nella citta' di Taranto sin dal lontano 1922.

Ecco la motivazione: 'Sandro Cappelletto, saggista prolifico, instancabile divulgatore, già direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana, della Scuola di musica di Fiesole, autore di varie trasmissioni per Rai Radio3, Rai5, ideatore di drammaturgie nate sulla suggestione di alcuni dei massimi capolavori della musica europea, tra questa 'La Notte delle Dissonanze sui quartetti mozartiani', è inoltre direttore scientifico del volume Musica per la collana dell'Enciclopedia Treccani, il Contributo italiano alla storia del pensiero, un poderoso volume che insieme alla recentissima monografia sul viaggio in Italia di Mozart, dà forma a due contributi in cui, con acume critico e profondità, tratta anche del nostro Giovanni Paisiello, evidenziandone i legami con la cultura dei lumi e la rete di rapporti artistici che ne fecero una figura artistica di respiro internazionale.
L'alto spessore di queste operazioni editoriali e la loro ampia diffusione, testimoniano uno sforzo di condivisione di cultura che oggi è riconosciuto dal nostro premio'.

 

Albo d'oro 'Premio Paisiello'

2016: premiato il Teatro S. Carlo di Napoli, ritira il premio il Sindaco

De Magistris

2017:  premiato il critico musicale

Paolo Isotta

 

2018:  premiato il discografico

Andrea Bongniovani

2019:  premiata la consigliera regionale

Francesca Franzos


2007 - BRUNO PRATICÒ (baritono)
2007 - DINO FORESIO (musicologo, giornalista)
2008 - PIERFRANCO MOLITERNI (docente universitario, musicologo)
2008 - ROBERTO DE SIMONE (musicologo, compositore, regista)
2009 - DINKO FABRIS (musicologo, giornalista)
2010 - FESTIVAL DELLA VALLE D’ITRIA, Presidente Franco Punzi (Martina Franca)
2011 - PIETRO SPADA (pianista, musicologo)
2012 - ALESSANDRO LATTANZI (musicologo)
2013 - GIOVANNI DI STEFANO (direttore d’orchestra)
2014 - DOMENICO COLAIANNI (baritono)
2015 - LUCIO TUFANO (musicologo)
2016 - FONDAZIONE TEATRO DI SAN CARLO, Presidente Luigi De Magistris, sindaco di Napoli
2017 - PAOLO ISOTTA (musicologo e critico musicale)
2018 - ANDREA BONGIOVANNI (discografico, Bologna)
2019 - FRANCESCA FRANZOSO (consigliere regionale)

 

 

 

04/10/2020 23:00:00 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2020 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati