Basket serie B: la SSD Basket affronta Costa d’Orlando, allenata da coach Condello

Dopo la grande vittoria casalinga contro la Tiber Basket Roma, Patti si accinge ad affrontare un nuovo avversario e sicuramente non uno qualunque: la Costa d’Orlando, allenata da coach Condello. Il derby che sarà in scena domanilunedì 6 ottobre alle 20.30 al PalaMangano di Sant’Agata Militello, sarà sicuramente un match ricco di emozioni, come tutti gli scontri che queste due avversarie hanno avuto in queste stagioni fra C Silver e, quest’anno anche in serie B. La Costa, matricola in serie B, ha allestito una squadra con giocatori giovani ma allo stesso tempo navigati. Dopo una sola sconfitta nelle prime 5 partite in serie B, la squadra orlandina ha subito due k.o. prima con Cagliari e, l’ultima, con Palestrina.  La vera guida. il faro, in questo inizio di campionato sembra proprio il neo-acquisto Jacopo Pozzi. L’ala classe ’87, arrivato questa stagione dalla Nuova Pallacanestro Vigevano, è leader della sua squadra per minutaggio (31.3) e media punti (16.0). È uno dei migliori tiratori da 3 punti del girone D e l’uomo più coinvolto e di maggiore esperienza della sua squadra. Non solo Pozzi, ma anche gli altri componenti del roster orlandino sono da tener d’occhio, ce lo ricorda proprio coach Pippo Sidoti:
“La squadra di coach Condello è temibile e ben allestita. In estate ha fatto un buon mercato e, come sta dimostrando anche in questa prima parte di campionato, può ambire per  un posto nei playoff. Oltre Pozzi, c’è Marinello, Paunovic, Balic, atleti forti con una buona esperienza in questa categoria, abituati a giocare anche momenti importanti all’interno di un derby come sarà quello di domani. Noi ce la giocheremo, il lavoro sta cominciando ad avere i suoi frutti e i primi passi li abbiamo visti mercoledì con la Tiber, vincendo una partita importante, ma qualcosa si era intravista anche con Isernia, nonostante la sconfitta. Siamo in crescita, a volte ci addormentiamo e subiamo dei break e su questo dobbiamo migliorare. Non eravamo brocchi prima e non siamo fenomeni adesso, non ci esaltiamo ma siamo ottimisti per il prosieguo. Siamo alla ricerca di un’identità e ci vorrà probabilmente un altro po’ di tempo al fine di arrivare al nostro obiettivo che è, come la scorsa stagione, la salvezza in serie B.”

05/11/2017 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2017 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati