E' morta Nadia Toffa, la giornalista delle 'Jene' che stava lottando contro il cancro

Addio a Nadia Toffa © ANSANadia Toffa non ce l'ha fatta Dopo una lunga battaglia contro il cancro, la storica conduttrice e inviata delle Iene è morta. Aveva 40 anni.  La camera ardente sarà allestita al teatro Santa Chiara di Brescia. I funerali saranno celebrati la mattina del 16 agosto nella cattedrale della città lombarda.
'Hai combattuto a testa alta, col sorriso, con dignità e sfoderando tutta la tua forza, fino all'ultimo, fino a oggi', si legge sulla pagina Facebook de Le Iene. 'Il destino, il karma, la sorte, la sfiga ha deciso di colpire proprio te, la nostra Toffa - prosegue il post della trasmissione Mediaset -, la più tosta di tutti. Sei riuscita a perdonare tutti, anche il fato, e forse anche il mostro contro cui hai combattuto senza sosta: il cancro. Non ci resta che sperare che tu sia riuscita a perdonare anche noi, che non siamo stati in grado di aiutarti quanto avremmo voluto. Ed ecco le Iene che piangono la loro dolce guerriera, inermi davanti a tutto il dolore e alla consapevolezza che solo il tuo sorriso potrebbe consolarci. Niente per noi sarà più come prima'.
 
Particolare commozione a Taranto, città martire per l'inquinamento ambientale, verso la quale Nadia si spese molto. L'inviata delle Iene più volte si è occupata dell'Ilva e dell'emergenza ambientale e sanitaria della città ed è stata madrina della campagna di vendita delle magliette 'Ie Jesche Pacce Pe Te' per raccogliere fondi per l'oncologia pediatrica. A gennaio le fu anche conferita la cittadinanza onoraria. Durante la cerimonia di conferimento, disse: 'Abbiamo contribuito - ha spiegato l'inviata delle Iene - a realizzare un reparto ospedaliero che era fondamentale per Taranto, impensabile non ci fosse in una città come Taranto. Ora c'è. Queste famiglie hanno un supporto perché è già difficile affrontare il cancro. So di cosa parlo. E quindi era fondamentale averlo. Bisogna curare i feriti di una guerra'.
 
Il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci così ha commentato la triste notizia: 'Chi combatte con il coraggio e la grinta con cui lei ha combattuto, non perde mai, è vero, ma oggi, Nadia, concedi ai tuoi concittadini tarantini di essere scossi, addolorati.

Nadia trasmetteva positività e grinta solo passandoti accanto; la osservavo in una delle sue tante visite in quella che è voluta diventare la sua città e Nadia ti costringeva a sorridere, a reagire, a trasformare in un atto per gli altri perfino la propria sofferenza. Impossibile dimenticare quegli occhi e quel sorriso. Grazie per tutto quello che hai fatto per Taranto, Nadia. Sarai per sempre in ogni angolo di questa città. Taranto non ti dice addio, Taranto ti dice ancora una volta grazie'.
 
Fonte: Ansa, Comune di Taranto

13/08/2019 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2019 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati