Lutto nel mondo della musica classica, è morto il pianista Sergio Perticaroli

Il mondo della musica classica piange la scomparsa di Sergio Perticaroli, insigne pianista e didatta. Si è spento dopo una lunga malattia a Roma all'età di 89 anni, dopo essere stato colpito da un ictus 8 anni fa, quando dovette interrompere la sua ancora brillante attività concertistica.

Allievo di Renzo Silvestri, dal 1952, anno in cui giovanissimo vinse il 'Premio Busoni', per primo dopo che per tre anni non fu assegnato, ha intrapreso una brillantissima carriera concertistica.

Ha suonato in tutti i continenti per le massime istituzioni musicali esibendosi nelle più importanti sale (dalla Scala di Milano alla Carnegie Hall di New York, dalla Sala Glinka di Leningrado alla Symphony Hall di Melbourne, dal Teatro Colón di Buenos Aires alla Symphony Hall di Kyoto), con le più rinomate orchestre (Filarmonica di Berlino, London Symphony, Orchestra di Radio Mosca, Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia) e con molti tra i più famosi direttori (Maazel, Celibidache, Giulini, Abbado, Barbirolli, Kha aturjan, Sawallisch, Kondra?in, etc.).

Artista affermato in campo internazionale e riconosciuto dalla stampa italiana ed estera, le sue tournées lo hanno portato oltre che in Europa, in URSS, USA, Australia e Giappone. Ha svolto un'intensa attività didattica sia in Italia, dove tra l'altro dal 1990 è stato docente del corso di perfezionamento di pianoforte all'Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, sia all'estero dove ha tenuto regolarmente masterclass a Salisburgo, Cleveland, Parigi e Giappone. Professore Emerito e Accademico Effettivo di Santa Cecilia, è stato spesso membro di giurie in concorsi pianistici nazionali ed internazionali, tra cui il Concorso Chopin di Varsavia, Casadesus, Arcangelo Speranza, Casagrande, Schubert ed Ennio Porrino.
 

20/08/2019 17:00:00 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2019 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati