Verso il 56° Concorso Pianistico Internazionale 'Arcangelo Speranza' di Taranto

Anche quest'anno per volontà degli Amici della Musica 'Arcangelo Speranza', la città di Taranto ospiterà il concorso pianistico internazionale dedicato alla memoria di colui che fortemente lo volle, l'Arch. Arcangelo Speranza, appunto, che nel lontano 1962 lo immaginò splendido e intenso, una festa della musica e della gioventù.

Se la data di inizio è stata già fissata da quasi un anno per giovedi 24 fino a sabato 26 maggio, con 30 partecipanti in gara, in una tre giorni che avrà nel Salone di Rappresentanza della Provincia il suo cuore pulsante, tappa importante di avvicinamento è rappresentata dal 'concerto del vincitore', che, come sempre quasi a fine stagione concertistica anticipa di poco la grande kermesse pianistica. Ecco che lunedi 14 maggio è tornata proprio in quell'elegante salone Serena Valluzzi, colei che primeggiò nell'edizione precedente. E' stato un concerto splendido, dove la giovane pianista ha espresso il suo talento eseguendo un programma impegnativo, con pezzi di Schumann (Kreisleriana op. 16), Chopin (Notturno op. 55 n. 2), Skrjabin (Sonata op. 30) concluso in bellezza con Liszt (Rapsodia Spagnola). Applausi interminabili di un pubblico poco numeroso ma molto esigente hanno fruttato ben due bis!

La nuova edizione, giunta al suo 56° anno di vita, avrà una commissione giudicatrice di alto livello internazionale, presieduta dal M° Pierluigi Camicia, e con Graham Scott (Gran Bretagna), Siavush Gadjev (Russia), Maria Teresa Carunchio (Argentina) e Marco Vincenzi, che è anche il direttore artistico della manifestazione. Anche quest'anno sono numerosi gli iscritti provenienti da diversi Paesi del mondo e il termine per presentare la domanda, il cui modulo telematico - realizzato dalla società informatica pattese Telebit Consulting - si compila on-line sul sito degli Amici della Musica di Taranto, con scadenza il 14 maggio. Il primo premio ammonta a 4.000 Euro, oltre ad una ricca dote di concerti, in un pacchetto di almeno 9 concerti. Quest'anno sarà assegnato anche il premio speciale del pubblico, offerto dalla Elsa e Peppino Orlando e la cosa renderà protagonista il pubblico chiamato ad esprimersi con il voto.

Talento precoce, Serena Valluzzi (in foto con Palma Esposito, del direttivo degli Amici della Musica di Taranto, alla premiazione del 2017) inizia gli studi musicali a soli quattro anni e a diciassette consegue il diploma in pianoforte principale al Conservatorio Piccinni di Bari. Nel marzo del 2015 arriva la laurea di secondo livello in pianoforte solistico con il massimo dei voti, lode e menzione presso lo stesso Conservatorio, sotto la guida di Maurizio Matarrese. Poi, i corsi di perfezionamento e seminari con lo stesso Matarrese, François Joel Thiollier, Benedetto Lupo e Roberto Prosseda. Attualmente studia con Enrico Pace all’Accademia di Musica di Pinerolo. Destinataria di numerose menzioni speciali e premi in vari concorsi per la maturità tecnico-espressiva e la sensibilità interpretativa, oltre ad essersi affermata al Concorso Speranza, succedendo nell’albo doro al russo Feodor Amirov, Serena Valluzzi ha ottenuto altri importanti riconoscimenti, tra cui il secondo premio al Concorso internazionale San Donà di Piave 2017 nella sezione «esecuzione pianistica», il primo premio assoluto al Giulio Rospigliosi 2014 di Lamporecchio, il premio speciale Aldo Arnaboldi quale miglior semifinalista italiano al Concorso Internazionale per pianoforte e orchestra Città di Cantù 2016 e molti altri ancora.

18/05/2018 12:25:00 - Pubblicato da Taranto Claudio
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2018 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati