A Tindari torna il Teatro dei Due Mari con due commedie di Plauto

Il teatro antico di Tindari torna ad ospitare il festival del Teatro dei Due Mari, giunto alla sua ventiduesima edizione. Appuntamento per martedi 16 e mercoledi 17 agosto con le commedie di Plauto, in questa edizione della manifestazione assoluto protagonista, tanto che viene presentata come 'La festa di Plauto!'.  I due spettacoli zono reduci dai recenti successi del Plautus Festival a Sarsina, e sono: “Epidicus” e “Rudens”.

“EPIDICUS - la commedia del doppio imbroglio” di T.M.Plauto, traduzione teatrale di Filippo Amoroso, regia di Cinzia Maccagnano con MARCO SIMEOLI, e con Cesare Biondolillo, Luna Marongiu, Mariano Viggiano, Salvatore Riggi, Ginevra Di Marco, Gaia Bevilacqua, musiche di Germano Mazzocchetti, costumi Monica Mancini, maschere Luna Marongiu, direttore di scena Valentina Enea, produzione Teatro della Città e Teatro dei Due Mari in collaborazione con Plautus Festival. “Epidico” è una delle ultime commedie scritte da Plauto che racchiude tutti gli ingredienti plautini e può quindi considerarsi un sunto del teatro di Plauto. Protagonista è Epidico, appunto, servus callidus, abile e astuto servitore, che ordisce trame continue per favorire gli incontri amorosi del suo giovane padrone. Questo susseguirsi d’inganni e situazioni paradossali, è il meccanismo che svela la trama, fatta, come è solito nella commedia, di innamoramenti e ripensamenti, di raggiri a danno del padrone e spiritose invenzioni a beneficio del servo.

“RUDENS” di T.M. Plauto, regia di Giuseppe Argirò con SERGIO BASILE, PAOLO TRIESTINO, LUIGI MEZZANOTTE, Elisabetta Arosio, Roberto Baldassari, Melania Fiore, Raffaella Alterio, Vinicio Argirò, Produzione Teatro della Città.

Questa commedia di Plauto sembra essere meno radicata nella tradizione di una comicità viscerale e, a tratti scabrosa, del drammaturgo di Sarsina, inserendosi invece in un percorso testuale unico che diminuisce i toni farseschi e privilegia i toni poetici. La vicenda sembra essere sospesa in una condizione fiabesca ed è ambientata sulle coste africane. Lo sfondo è il mare con tutto il suo mistero e il suo fascino; quel mare che sommerge e fa emergere, procura perdite e favorisce ritrovamenti. L’ambiente marino diventa la cornice ideale al dipanarsi dell’intreccio tipico della commedia nuova. Una ragazza rapita in giovane età, sottratta all’affetto del padre da un ruffiano senza scrupoli, deve essere venduta a un giovane innamorato, ma Labrace, il lenone, e il suo compare Carmide nel tentativo fuggire e non mantenere l’impegno con il giovane Plesidippo fanno naufragio sulla spiaggia di Cirene nei pressi del tempio di Venere. Da questo momento la vicenda si sviluppa con l’aiuto dei servi ritratti con maestria e arguzia da Plauto che ne mette in risalto il carattere cinico e spregiudicato a tratti irriverente che accentua la differenza tra le classi rivelando un anelito irrinunciabile alla libertà. 

 

La messa in scena del testo è affidata ad attori in grado di restituire i toni farseschi e rutilanti della vis comica plautina, arricchita dalla poesia insita nella drammaturgia dell’autore di Sarsina. Sergio Basile, Paolo Triestino e Luigi Mezzanotte disegnano una partitura moderna, viva, che recupera l’etica della giustizia, non tralasciando il divertimento e la leggerezza dei personaggi che animano questa fiaba moderna, questa storia senza tempo.

 

La Manifestazione è ideata e curata dal Teatro dei due Mari, e patrocinata dal Ministero della Cultura, Direzione Generale Spettacolo e dal Comune di Patti (ME).

 

È possibile acquistare i biglietti sul circuito online Tickettando o presso le agenzie autorizzate (a Patti, 'Cangemi Viaggi' e 'Giardina Viaggi'). Oppure recarsi, la sera dell'evento, al botteghino sito presso la biglietteria del Teatro Antico di Tindari.

 

Per informazioni è consultabile il sito Teatrodeiduemari.it o contattare il Callcenter +39 339 4267039 negli orari 9.00-13.00 / 16.30-19.30. 

 

 

14/08/2022 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2022 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati