S.Agata Militello, infuria la polemica elettorale sul reparto di maternità

Si avvicinano le elezioni regionali e la questione-sanità diventa un tema scottante. La riapertura del reparto di maternità dell'ospedale di Sant'Agata Militello vede mobilitarsi diversi sindaci e deputati di Forza Italia e di centrodestra che attaccano l'assessore alla sanità Razza chiedendo la riapertura del punto nascita.
 
Sull'argomento interviente il deputato regionale del Movimento Cinque Stelle Antonio De Luca (nella foto), componente della commissione Sanità dell'Ars, che nei prossimi giorni presenterà una mozione per impegnare l'assessore Razza a riaprire il reparto maternità.
 
In un post sui suoi canali social scrive: 'Peccato che in tutti questi anni, mentre io e pochi altri cittadini denunciavamo la verità carte alla mano, loro (i destri, ndr) gli coprivano le spalle rimanendo in silenzio o dando la colpa a Roma. Adesso che a Palermo sono ai ferri corti gli voltano le spalle e lo attaccano fingendo di difendere il punto nascita di S. Agata. Mi dispiace, ma ancora una volta stanno solo facendo politica sulla pelle dei cittadini nebroidei, speculando sulla salute delle vostre donne e dei vostri bambini.
 
Io ho sempre portato le carte durante le manifestazioni dei sindaci, durante i consigli convocati dopo i morti, in commissione sanità, sui giornali, ma i deputati messinesi del centrodestra (nessuno escluso) hanno sempre fatto finta di niente, SUBENDO PASSIVAMENTE il volere dell'Assessore catanese perché evidentemente I LORO ACCORDI ERANO QUESTI!
Anche alcuni sindaci sono stati complici di questo orrendo piano.
Io ho sempre denunciato tutto pubblicamente, senza paura. Razza dichiarò pure che voleva querelarmi e sono sempre stato lasciato solo da chi oggi FINGE DI DIFENDERE IL PUNTO NASCITA. CITTADINI DEI NEBRODI NON FATEVI PRENDERE IN GIRO ANCORA UNA VOLTA!'.

06/04/2022 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2022 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati