Elezioni in Sicilia: il 12 giugno si vota a Palermo, Messina e in altri 118 comuni

In Sicilia per le elezioni amministrative si voterà il 12 giugno. Lo ha appena deciso il governo Musumeci, su proposta dell’assessore alle Autonomie locali, Marco Zambuto. A essere interessati sono 120 Comuni, 107 con il sistema maggioritario e 13 con quello proporzionale. I consiglieri comunali da eleggere sono 1.520 e le sezioni elettorali che saranno costituite sono 1.747. La popolazione coinvolta è di 1.710.451 abitanti. Si voterà nella sola giornata di domenica, dalle 7 alle 23.

Lo scrutinio avrà inizio subito dopo la chiusura delle operazioni di voto, successivamente allo spoglio delle schede della consultazione referendaria. Il decreto di indizione dei comizi dovrà essere emanato entro il 13 aprile. L’eventuale ballottaggio si terrà il 26 giugno. Si vota in due capoluoghi di provincia: Palermo e Messina, dove le consultazioni riguardano anche le circoscrizioni (8 a Palermo e 6 a Messina). Alle urne anche altri grossi centri: Palma di Montechiaro e Sciacca, nell’Agrigentino; Niscemi, in provincia di Caltanissetta; Aci Catena, Palagonia, Paternò e Scordia, nel Catanese; Pozzallo e Scicli, in provincia Ragusa; Avola, nel Siracusano; Erice in provincia di Trapani.

Questi i dieci Comuni agrigentini al voto: Aragona, Bivona, Campobello di Licata, Cattolica Eraclea, Comitini, Lampedusa e Linosa, Palma di Montechiaro, Santa Margherita di Belice, Sciacca e Villafranca Sicula. In provincia di Caltanissetta ai seggi i cittadini di sette centri: Acquaviva Platani, Butera, Campofranco, Marianopoli, Niscemi, Resuttano e Sommatino. Nel Catanese 20 Comuni interessati dalla tornata elettorale: Aci Bonaccorsi, Aci Catena, Castiglione di Sicilia, Fiumefreddo di Sicilia, Licodia Eubea, Linguaglossa, Maniace, Mazzarrone, Militello in Val di Catania, Mirabella Imbaccari, Nicolosi, Palagonia, Paternò, Raddusa, Randazzo, San Michele di Ganzaria, Sant’Agata Li Battiati, Santa Maria di Licodia, Scordia e Vizzini. In provincia di Enna quattro centri alle urne: Nissoria, Regalbuto, Sperlinga e Villarosa. Sono 38, invece, i sindaci e i consigli comunali che cambieranno nel Messinese: Acquedolci, Alcara Li Fusi, Capri Leone, Castelmola, Castroreale, Cesarò, Fiumedinisi, Francavilla di Sicilia, Furnari, Gaggi, Gallodoro , Itala, Letojanni, Librizzi, Lipari, Malfa, Merì, Messina, Montalbano Elicona, Motta d’Affermo, Nizza di Sicilia, Novara di Sicilia, Pagliara, Pettineo, Piraino, Reitano, Roccella Valdemone, San Pier Niceto, San Piero Patti, Santa Marina Salina, Santa Teresa di Riva, Sant’Alessio Siculo, Santo Stefano di Camastra, Saponara, Sinagra, Torrenova, Venetico e Villafranca Tirrena.

Nel Palermitano 28 Comuni al voto: Altavilla Milicia, Altofonte, Balestrate, Belmonte Mezzagno, Bisacquino, Blufi, Caccamo, Campofelice di Fitalia, Camporeale, Castelbuono, Castellana Sicula, Cefalù, Chiusa Sclafani, Ciminna, Ficarazzi, Gangi, Giardinello, Isnello, Mezzojuso, Palermo, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Piana degli Albanesi, Prizzi, San Cipirello, Santa Flavia, Trappeto e Valledolmo. Sei centri alle urne nel Ragusano: Chiaramonte Gulfi, Giarratana, Monterosso Almo, Pozzallo, Santa Croce di Camerina e Scicli. Cinque città al voto in provincia di Siracusa: Avola, Canicattini Bagni, Cassaro, Melilli e Solarino. Nel Trapanese, infine, seggi aperti in due Comuni: Erice e Petrosino. (Fonte Agenzia Dire - www.dire.it)

01/04/2022 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2022 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati