Guerra in Ucraina, finalmente tornato in Italia il giovane ballerino pugliese rimasto bloccato a Kiev

Si è concluso stamattina, venerdi 4 marzo, con il lieto fine il rientro in Italia del giovane ballerino pugliese, originario di Capurso, nel barese, che era rimasto bloccato a Kiev per la guerra in Ucraina. Com'è noto, Giordano Signorile, si trovava a Kiev da 5 anni dove studia danza nell'Accademia della città dopo aver vinto una borsa di studio.

Era lì quando è iniziata l’invasione russa. “Ho avuto tanta paura, chiuso nel garage dell’Accademia al buio con il rumore delle bombe di giorno e di notte”, ha raccontato appena sceso dal treno e parlando con i giornalisti. “Ho visto strade distrutte, case distrutte, soldati che puntavano il fucile subito se vedevano le luci delle auto accese, perché per loro è un pericolo- ha aggiunto- ho temuto di morire, che mi sparassero”.

Nella capitale ucraina il ballerino spera di tornare presto, una volta tornata la pace, e continuare il proprio percorso di studi accademici. 

Dopo un viaggio durato più di due giorni, è arrivato in Italia dopo essere stato prelevato da funzionari dell'Ambasciata italiana, probabilmente dei servizi segreti. Nel tragitto compiuto è stato portato in Moldavia, poi in Romania e stamattina a Roma con un volo di linea.

Fonte: Agenzia Dire - www.dire.it

04/03/2022 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2022 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati