Basket B1, a Torrenova alla vigilia del match contro il Molfetta arriva l'ala Farina

Alla Cestistica Torrenovese arriva in riinforzo l'ala Simone Farina. L'atleta, classe 2001, si legherà ai colori gialloblù fino alla fine della stagione: indosserà la maglia numero 8.

Nella parte conclusiva di stagione, con l'obiettivo della salvezza, si attende un buon contributo del nuovo arrivato. Così ha commentato il direttore sportivo Massimiliano Fiasconaro il suo ingaggio: «Dopo aver salutato Malkic, cercavamo assieme a coach Bartocci un giocatore che potesse agire nello spot da 4, verticale, capace di buttarsi a rimbalzo, riempire l’area ma anche di aprire il campo col tiro dal perimetro e dall’arco. Simone corrisponde alle caratteristiche del giocatore che volevamo, lo incontrammo quando ospitammo al Pala LuxorBuilding Formia e ci colpì subito. Sono sicuro che sia un giocatore che fa al caso nostro, ci sarà una mano a raggiungere la salvezza il prima possibile».

Un breve identikit del cestista: 198 cm per 98kg, Farina è una giovane ala in grado di giocare sia come “4” che come “5”, offrendo più soluzioni allo scacchiere di coach Bartocci. Inizia a giocare al Palocco Basket, poi nel 2012 approda all’Eurobasket Roma dove cui rimane quattro anni, conquistando la partecipazione alle finali nazionali Under 15 e Under 16. Nel 2019 si trasferisce all’HSC Roma con cui diventa Campione d’Italia Under 18 nel 2020. Nel è nell’orbita delle nazionali giovanili e, tra il 2016 ed il 2016 ha partecipato a quattro raduni con la maglia azzurra oltre che all’European Youth Olympic Festival di Gyor (Ungheria). Nonostante la giovane età, vanta già esperienze importanti. Proveniente da Formia, dove viaggiava a 8.7 punti e quasi 4 rimbalzi a partita, nella stagione 19/20 ha anche calcato per qualche minuto il prestigioso parquet di Serie A2 con la canotta di Ravenna. In mezzo l'esperienza dello scorso anno ad Alba, in Serie B.

Intanto il club torrenovese si prepara alla prossima gara che la vedrà opposta al Molfetta. Queste le parole di coach Dragonetto alla vigilia del match: «Contro Molfetta avremo la possibilità di riscattare un periodo sicuramente difficile per noi, ma la squadra che andremo ad affrontare è reduce da una vittoria casalinga importante contro Forio e da un’ultima trasferta nella quale ha rischiato di fare il grande colpo sul campo di Agrigento, uscendo sconfitta solo dopo un supplementare contro la capolista.Sarà importante tornare ad aumentare i giri in difesa e giocare insieme in attacco. Due prerogative che non possono essere lasciate da parte per la sfida di domani». 

05/02/2022 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2022 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati