Dipignano (Cosenza), finalmente è arrivato il vaccino per gli ultra 80enni

A Dipignano, piccolo comune abbarbicato sui monti della Sila non molto distante da Cosenza, il sindaco era riuscito a far diventare un caso nazionale, con tanto di inviati in loco della stampa e delle radio-televisioni a documentare la vicenda, il fatto che ancora nemmeno un anziano ultra 80enne fosse ancora stato vaccinato.

Il primo cittadino aveva più volte sollecitato l'ASP di Cosenza, anche con una diffida, oltre che con telefonate e pec, a prendere in considerazione di avviare le vaccinazioni per la comunità da lui rappresentata ma fino a ieri ancora nulla di sperato era successo.

Stamattinnta, però,  c'è stata la svolta: la ASP ha fatto pervenire in paese 30 fiale del vaccino Pfizer, da cui i sanitari hanno potuto ricavare le 180 dosi da somministrare agli ultraottantenni dipignanesi che ne avevano fatto richiesta ed è potuta cominciare nei centri vaccinali pronti già da tempo la somministrazione del preparato. 

Fino ad oggi Dipignano è stato, forse, l’unico comune italiano in cui nessun ultra ottantenne era stato ancora sottoposto a vaccinazione anti Covid. Probabilmente è servita la risonanza mediatica a far smuovere l'ASP di Cosenza, visto che dello scandaloso ritardo si erano interessate praticamente tutte le testate giornalistiche locali e nazionali, comprese RAI, Mediaset e la7 che hanno seguito il caso inviando troupe televisive.

31/03/2021 16:55:00 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2021 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati