Palermo, sequestrati beni per 150 milioni al re dei supermercati palermitani

Sequestrati beni per 150 milioni di Euro al re dei supermercati Carmelo Lucchese, imprenditore 53enne palermitano. Oltre 100 finanzieri hanno messo i sigilli ad aziende, sequestrate quote societarie, immobilili, conti correnti, polizze assicurative ed automobili.

Per gli investigatori, Carmelo Lucchese, seppure incensurato, operava sotto l'ala protettiva di Cosa Nostra, per espandersi economicamente, acquisire attività commerciali e condizionare la concorrenza. Le attività resteranno comunque aperte e affidate a un amministratore giudiziario; si tratta di una serie di supermercati con marchio Conad e Todis a Palermo e in alcuni centri della sua area metropolitana.

18/02/2021 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2021 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati