Palermo, incendio dell'asilo Peter Pan: furono tre dodicenni

I Carabinieri di Palermo hanno fatto luce sull'inquietante episodio criminale perpretato ai danni dell'asilio Peter Pan, nel quartiere Cep, incendiato nella sera del 2 gennaio e gravemente danneggiato. Anche Telepatti si occupò della vicenda con due articoli.

Sono stati tre dodicenni ad appiccare il fuoco, questo è emerso dalle indagine dei militari dell'Arma della compagnia di San Lorenzo e della stazione di Borgo Nuovo.

I tre ragazzini non sono nemmeno imputabili perché hanno meno di 14 anni; sono stati identificati a conclusione di inchieste avviate dalla Procura distrettuale e da quella del Tribunale per i minorenni. Utili alla risoluzione del caso, oltre alle immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona, sono stati l'analisi dei profili dei social network e i controlli straordinari del territorio avviati nei giorni successivi all'incendio. 

Il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla pubblica istruzione Giovanna Marano sono intervenuti sull'epilogo della vicenda, su cui invece, inizialmente, si pensava ci fosse la mano di criminali ben più navigati. 'La notizia che tre adolescenti, minori di 14 anni, sarebbero responsabili dell’incendio al nido comunale Peter Pan del 2 gennaio scorso suscita inquietudine e profonda amarezza. Ma, allo stesso tempo, rafforza la convinzione della necessità di restituire al più presto al quartiere il bene comune del nido come spazio vitale a favore dell’infanzia e del suo diritto ad una educazione di qualità in grado di contribuire a fare crescere tutta la comunità educante.

L’impegno pedagogico dell’Amministrazione non si è mai fermato. In attesa dei lavori di recupero della struttura, infatti, bambine e bambini sono stati ospitati in altri asili. L’obiettivo del Comune resta quello di fare tornare il nido del Cep ad essere un luogo di solidarietà, giochi, crescita, bellezza e creatività. 

Per questo, ringraziamo tutti coloro che hanno già risposto all’appello alla mobilitazione lanciato dopo il rogo dimostrando, con piccoli ma grandi gesti di solidarietà, che c’è una comunità unita e compatta“.

Per quanti altri volessero contribuire con un’azione di sostegno di natura economica è attivo il conto corrente intestato a “Comune di Palermo – Io sto con Peter Pan”, presso la tesoreria comunale alla Banca Nazionale del Lavoro, con il seguente Iban: IT13B0100504600000000011435 swift/bic: BNLIITRR. 

INIZIATIVE SOLIDALI. Per permettere i lavori di ripristino dell'asilo Peter Pan, sull'onda dell'emozione scaturita dopo l'infame gesto, su cui si temeva l'opera della mafia, sono sorte numerose iniziative benefiche. Quella più evidente è stata della società di calcio del Palermo FC: sono state messe all’asta le magliette della squadra, in edizione speciale con la scritta 'Peter Pan' sulla schiena, raccogliendo oltre cinquemila euro; inoltre si è ricevuta la disponibilità di supporto da parte del gruppo “Resilienti in movimento”, dell’associazione “Stupendamente”, di due sezioni del Rotary Club, della cassa edile Cepima e molte altre persone a titolo individuale.

Vedi anche:

Palermo, incendiato l'asilo Peter Pan

Palermo, incendio asilo nido: sopralluogo dei tecnici comunali per stabilire i tempi di riapertura

 

11/02/2021 22:20:00 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2021 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati