Covid, la Sicilia torna ad essere zona rossa. Musumeci proibisce anche la visita a parenti e amici

La Sicilia ritorna ad essere 'zona rossa', assieme a Lombardia e provincia autonoma di Bolzano: il DPCM recepisce la richiesta del Presidente della Regione Musumeci il quale aveva richiesto specificatamente misure drastiche per limitare la circolazione dei cittadini per arginare il contagio di coronavirus. 

«Ho appena firmato l’ordinanza con la quale si recepisce il Dpcm e quindi la condivisione che il ministro Speranza ha voluto fare della nostra richiesta di istituire in tutta la Sicilia la zona rossa – afferma il presidente Musumeci - I dati dei contagi sono allarmanti e purtroppo non c’è altra soluzione. Non si può giocare con la vita e la salute delle persone. Sul fronte scolastico torneranno a scuola i ragazzi delle elementari e della prima media. Per tutte le altre scuole di ogni ordine e grado varrà la didattica a distanza. Sono convinto che l’ordinanza senza le misure di vigilanza e senza le necessarie sanzioni rischia di essere inutile. Ecco perché rivolgo ancora una volta un appello ai prefetti e ai sindaci perché le forze dell’ordine e la polizia municipale possano essere mobilitate per questo tipo di attività».

Nell'ordinanza regionale che recepisce il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, si legge che la zona rossa entrerà in vigore dalla mezzanotte di domenica 17 fino a domenica 31 gennaio. La misura emanata a Palermo in maniera più restrittiva a quanto già previsto dal governo, il divieto di poter visitare parenti o amici in quella sola volta nella giornata.

 

15/01/2021 22:40:00 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2021 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati