Calcio Serie D, dopo 40 giorni l'Acr Messina torna in campo nel recupero col Gelbison e fa un bel 2-2 giocando in 10

Dopo 40 giorni lontano dal campo di gioco, l'Acr Messina torna a giocare per recuperare la gara contro la Gelbison, coriacea squadra cilentana.

I campani iniziano di slancio e conquistano un calcio di rigore all’8′ in seguito ad un fallo di mano di Foggia; trasforma il penalty Uliano. Il Messina pareggia con un calcio di punizione tirato da Bollino, e deviato da un difensore rivale. La partita è giocata a viso aperto dalle due squadre che imbastiscono azioni di attacco senza troppi attendismi. Il Gelbison con Uliano segna ancora, con un tiro da lontano su cui il portiere messinese ha delle responsabilità. A fine primo tempo è il portiere ospite D’Agostino, a parare un tiro di Sabatino, ma il peggio per il Messina arriva nei minuti di recupero quando viene espulso Foggia per doppia ammonizione.

Il Messina torna in campo molto determinato, sebbene giochi con un uomo in meno. Nonostante lo svantaggio e l’inferiorità numerica i padroni di casa iniziano bene la ripresa. Il neo-entrato Addessi impegna il portiere dei cilentani D’Agostino con due tiri pericolosi. Anche Bollino impegna il portiere rossoblu che fa un interventone in uscita. Al 66′ anche Sabatino cerca il gol con un tiro in diagonale. Il Gelbison soffre l'irruenza dei biancoscudati e il pareggio aleggia pericolosamente nell'aria. La rete arriva finalmente al 78′ quando su assist di Aliperta arriva il tiro di Addessi che insacca. Alla fine sarà questo il risultato conclusivo.

 

 

 

07/12/2020 23:30:00 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2021 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati