Area metropolitana di Messina, gli studenti disabili delle superiori a scuola in presenza

Gli studenti disabili della provincia di Messina - oggi Città Metropolitana - non patiranno discontinuità didattica in presenza. Il sindaco metropolitano Cateno De Luca con decreto emanato ieri ha disposto la prosecuzione dei servizi socio-assistenziali di questo tipo di studenti delle scuole superiori, in un'ottica meritoria per favorire l'inclusione sociale e la riduzione delle diseguaglianze, che la 'didattica a distanza' spesso induce.

A differenza di quanto disposto dall'ordinanza del presidente delle Regione Siciliana, che ha disposto invece la sospensione totale dell'attività didattica in presenza, a Messina si è voluto attenersi alla lettera del più recente DPCM del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che regola l'attuazione della didattica in remoto di almeno il 75%.

Quindi, disco verde per gli alunni disabili: entro le 48 ore e non oltre mercoledì 28 ottobre, è stato disposto l'avvio alle modalità organizzative della didattica in presenza, con l’indicazione degli orari di entrata ed uscita delle sedi scolastiche. L’attività in favore degli studenti disabili prevede, inoltre, la realizzazione di progetti che consentano di favorire l’inclusione sociale.

26/10/2020 11:55:00 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2020 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati