Giro d'Italia, prima maglia rosa a Ganna: il recordman del cronometro fa sua la Monreale-Palermo

La prima tappa del Giro d'Italia, la cronometro individuale da Monreale a Palermo è stata vinta da Filippo Ganna, fresco campione del mondo di specialità, che veste anche la prima maglia rosa. 'Ero uno dei favoriti, ho cercato di sfatare il mito che il favorito non vince e di portare a casa questo risultato. Spero sia di buon auspicio per i prossimi giorni. Indossare questa maglia è una grande emozione. Voglio mandare un saluto alla mia regione, il Piemonte, che ha avuto dei problemi col meteo. Anche oggi, qui, c'era molto vento, ma sono riuscito a gestirlo', ha commentato all'intervista Rai immediatamente dopo la gara.

Ganna ha percorso i 15,1 km di percorso in 15’24” con una media di 58,8 km/h. Alle spalle del piemontese la sorpresa di giornata  Joao Almeida (Deceuninck Quick-Step) giunto al traguardo con 22” di distacco dal vincitore e Mikkel Bjerg (UAE-Team Emirates) con lo stesso tempo.Il beniamino del pubblico siciliano Vincenzo Nibali si è classificato 69°a 1’29” di distacco, ma non era certo la sua gara. Tra i ciclisti con aspirazioni di vittoria finale, ha ben figurato il britannico Geraint Thomas. Rick Zabel Israel ha conquistato invece la prima maglia azzurra da leader del Gran Premio della Montagna, realizzando il miglior tempo in cima alla salita che porta alla cattedrale di Monreale.

La giornata sportiva è stata una vetrina pubblicitaria proficua per le città di Monreale e di Palermo, con le loro bellezze architettoniche, e le cui immagini sono state trasmesse in molti Paesi del mondo. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando a margine della tappa, ha rilasciato questo commento: 'E' stato un onore e una gioia assistere alla premiazione di Filippo Ganna, al suo debutto al Giro, qui a Palermo. Rinnovo a lui i miei complimenti per la sua prima maglia rosa e ringrazio tutto lo staff e gli organizzatori della gara che hanno gestito la manifestazione con grande impegno e attenzione, soprattutto in periodo di Covid 19, evitando che si creassero assembramenti e situazioni rischiose per gli atleti e la cittadinanza. Esprimo, infine, il mio apprezzamento per tutta la struttura comunale e le partecipate che hanno contribuito alla buona riuscita della tappa palermitana, nonostante l'imprevisto del vento di scirocco che ha creato non pochi disagi. Per Palermo è stata una grande opportunità per far conoscere i propri tesori e per mostrare la propria capacità organizzativa'.

Domani seconda tappa, sempre in Sicilia, da Alcamo ad Agrigento, 149 km con arrivo che dovrebbe privilegiare i velocisti.

Immagini Rai dalla diretta della gara

 

 

03/10/2020 22:00:00 - Pubblicato da Taranto Claudio
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2022 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati