Incendio doloso ad Altofonte (Palermo) devasta il bosco della Moarda, evacuate 400 persone

Nella notte di sabato 29 agosto, approfittando di un sostenuto vento di scirocco che spirava fortemente sulla zona, un incendio doloso, appiccato in 5 punti diversi, ha devastato un vasto territorio del circondario di Palermo, specificatamente le montagne attorno Altofonte, distruggendo il bosco della Moarda; il fuoco ha lambito anche l'abitato, in 400 cittadini di Altofonte sono stati evacuati dalle loro case, alcune sono state distrutte; interrotta l'erogazione di energia elettrica, acqua e gas. Molti hanno trascorso la notte in un campo allestito nello stadio di calcio del paese.

Il Fo­rum per il Con­trat­to di Fiu­me e di Co­sta: “Val­le del­l’O­re­to e dei suoi af­fluen­ti Fiu­me Lato e S.Elia, trat­to di co­sta da S.Era­smo a Por­tic­cio­lo del­la Ban­di­ta” fortemente impegnato nella difesa dell'ambiente, è intervenuto duramente denunciando la mano criminale dietro l'accaduto.

Nel comunicato diffuso agli organi di informazione, denuncia: 'Il Bosco della Moarda, sopra Altofonte, completamente distrutto, un grande polmone verde per Palermo e Provincia ma soprattutto una importantissima area di assorbimento dell’acqua piovana che poi viene convogliata nel fiume Oreto.
Dopo questo incendio il fiume si ritroverà meno protetto e alimentato. 
In più, Altofonte parzialmente evacuato, case distrutte, vite di cittadini messe in pericolo!
È emergenza!
Non ci sono scuse, questo non è il cambiamento climatico, il fuoco è stato appiccato in 5 punti diversi, è un attentato al nostro territorio. 
Pretendiamo risposte dalle istituzioni.
Diamo la nostra solidarietà agli amici di Altofonte, siamo con loro ed espliciteremo questa nostra vicinanza con una manifestazione da tenersi al più presto ad Altofonte stesso'.

 

 

 

 

 

 

 

 

30/08/2020 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2020 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati