Messina, morte operaio forestale. Cisl: 'Non si può morire così a pochi mesi dalla pensione'

Ha suscitato commozione la morte dell'operaio forestale avvenuta sabato 1 agosto per andare a spegnere un incendio a S. Filippo Superiore. Si tratta di Paolo Todaro; è caduto in un dirupo mentre tentava di spegnere un incendio.

Sul tragico incidente sul lavoro è intervenuta con una nota la segreteria CISL. Il segretario generale della Cisl di Messina, Antonino Alibrandi, e la segretaria generale della Fai Cisl di Messina, Sabina Barresi, esprimono il proprio cordoglio per la morte dell’operaio della forestale morto oggi a Messina mentre si recava, a bordo del proprio mezzo di servizio, in contrada San Filippo per spegnere un incendio. «Siamo attoniti e vicini ai congiunti perché faceva parte della grande famiglia della Fai Cisl di Messina – affermano Nino Alibrandi e Sabina Barresi – non si può morire a 67 anni, a pochi mesi dalla pensione, da precario e stagionale, nell’espletamento di un lavoro notoriamente difficile, impegnativo e logorante come quello dell’antincendio forestale. Perdiamo un amico, perdiamo uno di noi».

02/08/2020 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2020 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati