Ucria, lite per il parcheggio: 2 morti e 1 ferito

Il piccolo centro di Ucria, sui Monti Nebrodi, balza agli onori delle cronache nazionali per un fattaccio di sangue. Due persone, zio e nipote, 62 anni il primo, 27 il secondo, sono stati uccisi a colpi di fucile nel corso di una lite scaturita per una lite a proposito di un parcheggio auto.

Le indagini svolte dai Carabinieri della locale stazione, supportati dal Nucleo Investigativo di Messina e della Compagnia di Patti, hanno portato al fermo di un giovane di 29 anni, proveniente da Paternò e in vacanza in paese.

E' successo che Antonino Contiguglia, il 60enne, peraltro pregiudicato, aveva organizzato una spedizione punitiva, insieme ai nipoti, contro l'usurpatore del posteggio, un 'prezioso' posto tra le tortuose stradine del centro montano, localizzato nella centrale piazzetta che da Via Carmine conduce alla Chiesa di Maria Santissima del Carmelo . Ne è nata una nuova lite e il 29enne ha risposto al pericolo di essere malmenato facendo ricorso ad una pistola col risultato che ha ucciso due persone e ferito una.

Il ferito è stato ricoverato al nosocomio di Patti, non in pericolo di vita, ma è stato trasferito all'Ospedale Papardo di Messina. Il 29enne che ha fatto fuoco è stato fermato e ora è recluso nel carcere di Barcellona in attesa di convalida.

La quiete del piccolo centro è stata sconvolta e il sindaco ha ritenuto opportuno in segno di lutto sospendere gli spettacoli estivi.

 

16/08/2019 23:00:00 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2019 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati