Ciclismo, mondiali di Innsbruck: vince lo spagnolo Valverde. Nibali nel gruppo fino all'ultimo giro

Il Mondiale di ciclismo su strada di Innsbruck vinto dallo spagnolo Valverde non ha trovato in Nibali un reale pretendente per il titolo, ma il 33enne messinese ha già compiuto un’impresa a presentarsi ad Innsbruck per la rassegna iridata. Dopo la rovinosa caduta sulla salita dell'Alp d'Huez e l'operazione alla vertebra, è stata già un'impresa partecipare alla Vuelta in Spagna e al campionato mondiale subito dopo.

Il campione messinese era certo consapevole di non poter contare sulla forma migliore, ma la speranza di poter gareggiare per vincere la nutriva, magari con un attacco a sorpresa dei suoi. Nulla di tutto questo: il fuoriclasse italiano ha alzato bandiera bianca all’imbocco dell’ultimo transito sulla salita di Igls.

Rammarico ce n’è, anch’io mi aspettavo qualcosa di più dalla mia corsa, ma all’ultimo giro è arrivato il blackout, si è spenta la luce all’improvviso. Ce l’ho messa tutta fino alla fine per essere protagonista in questo Mondiale, di più non potevo fare“, ha confessato Nibali ai microfoni di Tuttobiciweb.

Lo Squalo ha poi speso anche belle parole per la prestazione della Nazionale azzurra: “Ripartiamo con la consapevolezza di esseer stati un grande gruppo, siamo stati molto uniti, ci siamo sempre parlati, e questo è un dato molto importante per il futuro della Nazionale“.

Per il futuro, prossimo obiettivo il Giro di Lombardia, dove dovrebbe contare su una forma migliore di quella attuale. E poi per la prossima stagione ciclistica probabilmente il prossimo Giro d'Italia e nel 2020 grande obiettivo l'oro alle Olimpiadi di Tokyo dove il tracciato del percorso sembra essere molto congeniale alle sue caratteristiche.

01/10/2018 12:00:00 - Pubblicato da Telepatti.it
Area administrator  -  ActiveNet. Copyright © 2009-2020 Kadath Informatica  - Tutti i diritti riservati